Referendum taglio parlamentari: come e cosa si vota il 20 e 21 settembre

Il 20 e 21 settembre in Italia si vota anche per il referendum taglio parlamentari per approvare o respingere la legge di revisione costituzionale

Il 20 e 21 settembre in Italia si vota per il cosiddetto referendum taglio parlamentari, ovvero la consultazione referendaria nel quale gli aventi diritto al voto in Italia saranno chiamati ad approvare o respingere la legge di revisione costituzionale votata dalle camere che prevede il taglio del 36,5% dei componenti di entrambi i rami del Parlamento: da 630 a 400 seggi alla Camera, da 315 a 200 seggi elettivi al Senato.

Quando si vota
Si vota domenica 20 settembre dalle 7 alle 23 e lunedì 21 settembre dalle 7 alle 15. Negli stessi giorni in alcuni comuni e regioni si svolgono anche le elezioni amministrative e regionali.

Il quesito
Il testo che gli elettori troveranno nella propria scheda elettorale e sul quale si dovranno esprimere con un sì io con un no è il seguente:

«Approvate il testo della legge costituzionale concernente “Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari”, approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 240 del 12 ottobre 2019?»

Per cosa si vota
Il testo di legge che prevede la riduzione dei parlamentari è stato approvato da entrambi i rami del Parlamento italiano a maggioranza assoluta. Dal momento che la legge non è stata approvata con maggioranza qualificata dei due terzi dei componenti di ciascuna camera, così come prevedono le regole per l’introduzione di modifiche costituzionali, un quinto dei senatori ha potuto richiedere il referendum confermativo per dare l’ultima parola al popolo italiano. Per questa ragione gli elettori saranno chiamati al voto per confermare o respingere la modifica costituzionale.

Il rinvio dovuto all’emergenza Covid-19
La data del referendum confermativo sulla riduzione del numero dei parlamentari era prevista il 29 marzo 2020 ma, così come le altre consultazioni, è stata rinviata al 20 e 21 settembre a causa dell’emergenza sanitaria da Coronavirus.

Chi può votare al referendum
Al referendum del 20 e 21 settembre hanno diritto di voto i cittadini italiani iscritti nelle liste elettorali del proprio comune di residenza che avranno compiuto la maggiore età entro la data di apertura delle urne. È necessario avere con se la propria tessera elettorale che si ritira presso il Comune.

Come si vota: si o no
L’elettore che ritiene che debba entrare in vigore la legge costituzionale che riduce il numero dei parlamentari deve apporre il segno sul “SI”. L’elettore che ritiene che il numero dei parlamentari debba rimanere invariato deve apporre il segno sul “NO”.

Potrebbe interessarti

Michele Bisceglia, Sindaco di Mattinata

Scuole di Mattinata: proroga chiusura fino al 23 dicembre

  • 3 Dicembre 2020

Il dato dei contagi comunicatoci oggi dalla Prefettura registra un aumento preoccupante del numero dei contagiati e dei soggetti in isolamento fiduciario

Affittasi

Assegnazione contributi per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione

  • 3 Dicembre 2020

La scadenza delle domande è fissata per il 9 gennaio 2021

Galleria San Benedetto

Anas, continuano i lavori di manutenzione lungo la SS 688 “Variante di Mattinata”

  • 2 Dicembre 2020

Interventi per la realizzazione dell'impianto idrico antincendio della galleria S. Benedetto

Cerca

Dicembre 2020

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31

Gennaio 2021

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
0 Adulti
0 Bambini
Animali

Compare listings

Confronta