Parte l’iniziativa Frantoi aperti

Il consorzio Matinum per la promozione del nostro olio

Per un weekend gustoso, non spremere le meningi: spremi le olive!


E’ lo slogan dell’iniziativa promossa dal Consorzio Matinum. Tutti i fine settimana di novembre, sul gargano, l’iniziativa frantoi aperti offre un affascinante viaggio tra la coltura e la cultura dell’olio. Frantoi Aperti aprirà le porte di numerosi frantoi – sparsi nell’intero comprensorio garganico – che accoglieranno il pubblico per illustrare le caratteristiche e i segreti dell’olio. “Una novità introdotta da questa Festa che giunge alla sua terza edizione con crescente successo” – spiega il presidente del Consorzio Matinum Francesco Paolo Prencipe – “è rappresentata dalla possibilità di raccogliere le olive con i bacchettatori e i raccoglitori; farsi coinvolgere dai canti, dalle chiacchiere, dalle storie e dalle degustazioni di prodotti tipici locali. Per poi andare tutti assieme al frantoio, partecipare alla molitura e portare a casa l’Olio Nuovo”. Ci sarà da mangiare, da bere e anche da dormire, grazie alla collaborazione di numerose strutture ricettive che hanno organizzato specifici pacchetti di soggiorno. L’iniziativa del Consorzio Matinum (cui aderiscono un centinaio di operatori economici e diversi enti pubblici come ad es. il Comune di Mattinata), è patrocinata dal Ministero delle Politiche Agricole, sostenuta da Regione e Camera di Commercio, fortemente valorizzata dalla Provincia di Foggia attraverso l’impegno degli Assessorati all’Agricoltura ed al Turismo.

Questo il programma della manifestazione.

  • Alle 9.30 presso l’Azienda Olearia Clemente, in località Ortolino di Mezzanone, Manfredonia: visita al frantoio e degustazione di olio.
  • Alle 10.30 presso il Frantoio San Michele, SS 89 km 161 – Macchia Monte Sant’Angelo: visita al frantoio, degustazione di olio.
  • Alle 11.15 presso il Frantoio La Torre Michele, contrada Madonna della Libera – Macchia Monte Sant’Angelo visita al frantoio.
  • A mezzogiorno presso il Frantoio Armillotta, contrada Madonna della Libera – Macchia Monte Sant’Angelo visita al frantoio, degustazione di olio, degustazioni di piatti tipici locali.
  • Alle ore 14 presso l’Azienda olearia e agrituristica Giorgio, contrada Giorgi, Mattinata visita al frantoio e ad il piccolo museo etnografico.
  • Sempre a Mattinata, alle 14.30 presso l’Azienda agrituristica Madonna Incoronata visita ad un antico frantoio del ‘700.
    • Francesco Bisceglia

    Potrebbe interessarti

    1965. Nell'atrio della sacrestia il seminarista don Francesco La Torre fotografa la tela originale aiutato da alcuni collaboratori, descritti nella didascalia

    Chi l’ha visto il quadro della Madonna della Luce?

    • 21 Gennaio 2021

    Il quadro della protettrice di Mattinata fu trafugato da ignoti nella notte tra il 28 e il 29 marzo 1971 mentre imperversava...

    Abbracci

    Giornata mondiale degli abbracci, un gesto che oggi ci manca tanto

    • 21 Gennaio 2021

    Conserviamo i nostri abbracci per quando potremo farlo liberamente e senza rischi

    Madonna della Luce

    Da Mattinata a Napoli il viaggio del quadro della Madonna della Luce rubato nel 1971

    • 19 Gennaio 2021

    Si tratta di una seconda copia o invece si è di fronte ad una recentissima riproduzione in copia, utilizzando proprio il prototipo...

    Cerca

    Gennaio 2021

    • L
    • M
    • M
    • G
    • V
    • S
    • D
    • 1
    • 2
    • 3
    • 4
    • 5
    • 6
    • 7
    • 8
    • 9
    • 10
    • 11
    • 12
    • 13
    • 14
    • 15
    • 16
    • 17
    • 18
    • 19
    • 20
    • 21
    • 22
    • 23
    • 24
    • 25
    • 26
    • 27
    • 28
    • 29
    • 30
    • 31

    Febbraio 2021

    • L
    • M
    • M
    • G
    • V
    • S
    • D
    • 1
    • 2
    • 3
    • 4
    • 5
    • 6
    • 7
    • 8
    • 9
    • 10
    • 11
    • 12
    • 13
    • 14
    • 15
    • 16
    • 17
    • 18
    • 19
    • 20
    • 21
    • 22
    • 23
    • 24
    • 25
    • 26
    • 27
    • 28
    0 Adulti
    0 Bambini
    Animali

    Compare listings

    Confronta