Mattinata, boom di richieste per visitare la spiaggia di Baia delle Zagare

Accesso possibile solo con i pass rilasciati dal Comune

Una volta era la spiaggia del personale dell’Hotel Baia delle Zagare, unica struttura presente. Erano gli anni settanta e l’altro Hotel, quello dei Faraglioni, era ancora di là da venire.
I clienti dell’albergo, venivano dirottati sull’altra spiaggetta, considerata forse più esotica, quella che sta a nord (direzione Vignanotica) dei due monoliti, eletti oggi simbolo di Puglia, i mitici Faraglioni del Gargano, che da secoli troneggiano nella straordinaria Baia dei Mergoli.

Oggi la spiaggia del personale quel tratto di ghiaia, in direzione sud (cioè verso Mattinata) è diventata talmente ambita da far gola a tanti, attirati dalla bellezza incontaminata delle acque e dalla possibilità di ammirare da vicino il capolavoro della natura forgiato dal vento, che al Comune di Mattinata si sono posti il problema di come contenerne l’accesso. A tal scopo va rimarcato che oltre ad ospitare i clienti dell’ultimo albergo sorto, quella spiaggia è anche aperta al pubblico. Raffaele Latino, l’assessore al turismo della Farfalla Bianca (l’appellativo con il quale sovente viene etichettato il paese) – che al mattino per ritirare i pass di accesso c’era una fila considerevole>.

Stabilito anche il tetto massimo consentito di accesso al giorno che è di trenta persone. Un numero esiguo perchè lo stesso deve essere aggiunto a quello dei clienti dell’Hotel dei Faraglioni. E’ questa la ragione per cui non è stato possibile andare oltre. Una decisione che ha scatenato pareri contrastanti, generando due correnti di pensiero: da un lato quelli che gridano ai quattro venti e quelli invece che sono di tutt’altra opinione e parlano di una ´legge regionale la quale afferma che il demanio è un bene pubblico e come tale deve essere consentito l’accesso a tutti, anche in presenza di concessioni e quindi di eventuali stabilimenti balneari.

“Abbiamo deciso questa limitazione nell’ottica di salvaguardare uno spettacolo della natura – è la spiegazione dell’assessore Latino, il quale fa anche il punto della situazione della stagione estiva in corso e che volge ormai al termine – dopo un luglio in calo, siamo in pieno recupero. Abbiamo ancora l’ultima settimana di agosto e la prima settimana di settembre per rimontare. La cospicua presenza di turisti intenti a richiedere informazioni all’ufficio preposto, fa ben sperareª.
Bisognerà però attendere il 10 di settembre, quando gli esercenti invieranno la seconda tranche di dati all’Apt di Foggia, per scoprire i numeri ufficiali ed avere nel contempo un quadro più veritiero della realtà.

  • Francesco Trotta

Potrebbe interessarti

Agriturismo

Pentassuglia e Nardone: “Da venerdì 23 ottobre al via i tre bandi per agriturismi, florovivaismo e vitivinicolo”

  • 22 Ottobre 2020

Gli interventi messi a punto si aggiungono ad una serie di strumenti di aiuto attivati dalla Regione Puglia per ristorare le imprese...

Scuola

Scuole e trasporti, misure urgenti della Regione Puglia per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19

  • 22 Ottobre 2020

La decisione è arrivata al termine del Tavolo permanente regionale avvio anno scolastico 2020/2021

Anziani disabili

Riattivazione della domanda “Buoni servizio anziani e disabili”

  • 21 Ottobre 2020

Il buono servizio per disabili e anziani non autosufficienti è un beneficio economico per il contrasto alla povertà rivolto alle persone con...

Cerca

Ottobre 2020

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31

Novembre 2020

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
0 Adulti
0 Bambini
Animali

Compare listings

Confronta