Le considerazioni del Dott. Seppi sulla Gargano Running Week tenutisi a Mattinata

Il progetto del GRW poteva e può rappresentare una nuova chance turistica per il Gargano

Ho avuto modo di partecipare, nella mia veste di consulente turistico dell’ex Sindaco di Mattinata, ai primi incontri di presentazione dell’evento Gargano Running Week (GRW) tenutisi a Mattinata e a Manfredonia e di esprimere in tali occasioni il mio pensiero sulla valenza turistica dell’evento. In seguito alla crisi comunale di Mattinata e alla conseguente decadenza del mio incarico (a titolo gratuito n.d.r.), non ho avuto più notizie e contatti sulla evoluzione turistica dell’evento e mi accingo ora, dopo aver letto alcune prese di posizione fra cui quelle del Presidente del CONI e del Presidente del Consorzio Gargano Incoming, a riprendere il discorso attraverso queste righe con l’auspicio di contribuire a portare un po’ di chiarezza sull’argomento.

Avevo sostenuto, come lo sostengo tuttora, che il progetto del GRW poteva e può rappresentare una nuova chance turistica per il Gargano, essere cioè un valido banco di prova per riunire e mettere contemporaneamente attorno ad un unico tavolo di lavoro oltre gli amministratori pubblici territoriali competenti, anche gli operatori e responsabili turistici, rurali, culturali, religiosi e associativi non solo di Mattinata ma dell’intera area garganica e farli strettamente collaborare insieme per una migliore realizzazione dell’evento. Avevo portato quale esempio a sostegno dell’iniziativa – qualcuno dei presenti certamente lo ricorderà – il caso della Marcialonga che è riuscita a trasformare negli anni le valli di Fiemme e Fassa del Trentino in uno dei principali centri mondiali per la pratica dello sci di fondo.

Cogliere cioè l’occasione del GRW non solo come fatto organizzativo sportivo, ma per avviare una condivisione e collaborazione fattiva turistica territoriale che andasse oltre l’evento e facesse scattare e maturare la consapevolezza di dare vita, nel rispetto delle reciproche identità e specificità locali, a un nuovo prodotto turistico forte e trasversale del Gargano che lo lanciasse nel mercato turistico come “l’eldorado d’eccellenza delle discipline outdoor”. Non è questa un’utopia se gli operatori turistici garganici vogliono avere veramente a cuore, come più volte da loro asserito, il loro avvenire turistico non più limitato al solo prodotto balneare, o quasi.

Con un simile prodotto turistico unico e forte del Gargano, visto le sue ideali caratteristiche e specificità orografiche, morfologiche e climatiche, sarà possibile ampliare la stagionalità turistica dagli attuali due/tre mesi a cinque/sei mesi – che ci stanno tutti considerato che le stagioni intermedie sono il meglio per la pratica delle attività outdoor – e contrastare in tal modo l’agguerrita concorrenza turistica dei Paesi che si affacciano sul Mediterraneo.

Per un operatore turistico esterno risulta imperdonabile farsi sfuggire una simile occasione e non sviluppare un conseguente prodotto e sistema di accoglienza turistica territoriale e rimanere ostinatamente chiusi nel “chi fa per sé fa per tre”. E’ un po’ come avere un motore a quattro cilindri di cui solo uno funziona. L’attuale frammentazione deIl’offerta turistica del Gargano con la sua quasi totale monocultura turistica balneare per lo più autogestita dalle varie località litorali – e non entro nel merito – non è più competitiva e finanziabile e rischia di auto soffocamento.

Il Gargano”, come disse l’ass. regionale Silvia Godelli, “è un piccolo paradiso terrestre che racchiude in un fazzoletto di terra rare eccellenze e attrazioni turistiche di grande interesse paesaggistico, naturalistico, storico, artistico e religioso alcune delle quali addirittura uniche ed esclusive al mondo. La domanda turistica si è evoluta e abbisogna sempre più di destinazioni accoglienti, ben organizzate e capaci di lavorare insieme, in stretta sinergia operativa fra di loro, per promuoverle e gestirle”.

La prima edizione del Gargano Running Week doveva essere considerata dagli operatori turistici pubblici e privati del Gargano una sorta di cartina di tornasole per verificare se il territorio intero, al di là delle varie dichiarazione di intenti, fosse veramente convinto di sfruttare questa importante opportunità per sviluppare e dare vita concretamente a un nuovo prodotto turistico e con esso a un sistema di accoglienza turistica territoriale professionale continuativo e non solo occasionale.

Se questo risultato è stato raggiunto con i presupposti di cui sopra, allora si può ben dire di aver fatto un bel passo in avanti e il finanziamento è da considerarsi, a mio parere, un proficuo investimento per l’avvenire turistico del Gargano, ma se “finita la festa” ognuno è ritornato sui propri passi e nulla è rimasto se non la segnaletica dei percorsi, qualche passaggio pubblicitario e l’entusiasmo di pochi singoli, allora qualcosa da un punto di vista turistico non ha funzionato e l’investimento non ha sortito che un fuoco di paglia.

Individuare i percorsi, produrre dei cartelloni pubblicitari, della depliantistica e della segnaletica e seguire gli aspetti puramente tecnici e logistici dell’evento erano tutti compiti contingenti e legati strettamente all’ organizzazione del GRW ( i cui risultati sportivi vanno valutati in altra sede) e per i quali l’agenzia di Milano era stata incaricata da Puglia Promozione e doveva contrattualmente assolvere. L’opportunità, invece, di far nascere e sviluppare attraverso questo evento un prodotto turistico e un sistema di accoglienza turistico nuovo e duraturo per il Gargano, doveva essere compito di chi nelle varie sedi è responsabile e ha a cuore lo sviluppo turistico del territorio.

  • Dott. Roberto Seppi
    Esperto - docente di organizzazione e marketing turistico territoriale- Bolzano
    amico di Mattinata

Potrebbe interessarti

Ticket ufficio postale

“Chi è l’ultimo?”, all’ufficio postale di Mattinata adesso lo decide il numerino

  • 26 Ottobre 2020

E' attivo il nuovo servizio di prenotazione tramite ticket, in modo da presentarsi allo sportello quando arriva il proprio turno

Commemorazione dei Defunti, gli orari di apertura del Cimitero comunale

  • 24 Ottobre 2020

Fatte salve le eventuali restrizioni per contenimento da contagio da Covid-19

Agriturismo

Pentassuglia e Nardone: “Da venerdì 23 ottobre al via i tre bandi per agriturismi, florovivaismo e vitivinicolo”

  • 22 Ottobre 2020

Gli interventi messi a punto si aggiungono ad una serie di strumenti di aiuto attivati dalla Regione Puglia per ristorare le imprese...

Cerca

Ottobre 2020

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31

Novembre 2020

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
0 Adulti
0 Bambini
Animali

Compare listings

Confronta