La firma del Terzo Protocollo del Contratto d’Area

Il 27 luglio a Roma la ratifica dinanzi al Presidente Prodi

Il Terzo Protocollo aggiuntivo al Contratto d’area di Manfredonia-Monte Sant’Angelo-Mattinata è dunque giunto al suo compimento amministrativo. Giovedì 27 luglio prossimo è infatti prevista la cerimonia della sottoscrizione da parte del Governo, dei soggetti promotori (Sindacati, Comuni dell’Area) e degli imprenditori interessati, del documento che sancisce l’avvio di una ulteriore fase della reindustrializzazione dell’area che fa capo a Manfredonia.

La cerimonia era inizialmente stata fissata per mercoledì 26 luglio, ma una comunicazione giunta al Responsabile Unico del Contratto d’area Paolo Campo, da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri, ha fatto slittare di 24 ore l’appuntamento, per ragioni logistiche ed organizzative dovute all’elevato numero di partecipanti alla cerimonia predisposta presso Palazzo Colonna.

La sottoscrizione avverrà a Roma alla presenza del Presidente del Consiglio dei Ministri Romano Prodi. Così come avvenne il 4 marzo 1998 allorquando si varò quello che si è rivelato uno valido e fondamentale strumento di programmazione negoziata per lo sviluppo di un’area classificata di crisi e contrassegnata da un alto tasso di disoccupazione. Una scelta positiva di politica economica confermata dai due successivi Protocolli aggiuntivi sottoscritti rispettivamente il 12 novembre 1998 e il 19 marzo 1999, che portarono a circa sessanta le iniziative finanziate con i fondi Cipe. Una continuità non priva di gratificanti significati.

Il Protocollo alla firma giovedì prossimo, è peraltro il secondo modulo del Terzo Protocollo riguardante le iniziative manifatturiere e turistiche per le quali sono disponibili poco più di 92 milioni di euro; il primo con una dotazione di circa 13 milioni di euro e riguardante le infrastrutture, è infatti stato già reso operante nei mesi scorsi.

Le risorse impiegate in questo Protocollo provengono dalle economie e dai recuperi realizzati nell’ambito dei due precedenti Protocolli e che un Tavolo di concertazione tra i soggetti promotori del CA, decise di distribuire per un più equilibrato sviluppo del territorio, tra infrastrutture, attività industriali ed iniziative turistiche.

´è una ulteriore gratificante opportunitઠha affermato il sindaco di Manfredonia e responsabile unico del CA, Paolo Campo ´per il territorio che giunge all’esito di un lavoro complesso e faticoso che ci ha visto premiati con la possibilità di dare nuovo rinvigorito slancio al progetto di reindustrializzazione del territorio che fa capo a Manfredoniaª.

´è chiaroª precisa Campo ´che lo strumento della programmazione negoziata messo in campo con il Contratto d’area, non esaurisce il novero delle attività alle quali la Pubblica amministrazione è impegnata a promuovere e sviluppare per il rilancio dell’economia del territorio. Lo stesso Terzo protocollo contiene, per precise scelte programmatiche, interventi infrastrutturali che sono di supporto ad altri settori quali il turismo ed i servizi cittadini. La civica amministrazioneª spiega il sindaco ´resta infatti impegnata per la realizzazione di un progetto di più ampio respiro e avanzata concezione che trova concreti riferimenti nel Piano strategico in corso di definizione e dello scalo marittimo. Con il varo delle attività previste con il Terzo protocollo, siamo fermamente convinti che si sia posta una decisa premessa per continuare sulla via dello sviluppo compatibile e sostenibile avviata negli anni del Governo Prodi e che qui, sulle nostre sponde, mostra già un tangibile riscontroª.

´Un risultato dunque indubbiamente importante che ci impegna ancor piùª aggiunge Campo ´ad esercitare una vigile attenzione sul territorio nella selezione delle proposte di interventi imprenditoriali tenendo ben contro le vocazioni del territorio stesso e della storia del nostro passato recente e meno recente. Quest’anno ricorre il trentesimo anniversario dello scoppio della colonna di arsenico allo stabilimento Enichem di Macchia: un evento che se da una parte si è rivelato una rovinosa sciagura, dall’altro ha dato il via ad una coscienza ambientale che si è imposta come guida per le successive pianificazioni dello sviluppoª.

Il sindaco Paolo Campo ha poi annunciato che l’evento dell’incidente occorso agli impianti Enichem, sarà oggetto di accurate e oggettive riflessioni attraverso convegni ed iniziative che saranno organizzati nel prossimo settembre.

Potrebbe interessarti

Hotel

Turismo e cultura, al via le domande di finanziamento a fondo perduto

  • 25 Settembre 2020

La misura è rivolta alle micro, piccole e medie imprese del settore alberghiero e del settore culturale e creativo

Vento forte

Meteo, in arrivo tempeste di vento con forti raffiche, burrasca e temporali

  • 25 Settembre 2020

La protezione civile regionale ha emesso un'allerta meteo di livello "arancione" a partire dalle 14:00 di oggi e per le successive 24-30...

Eletti alle regionali provincia di Foggia

Elezioni Regionali 2020 a Mattinata: i risultati per singolo candidato e singola lista

  • 24 Settembre 2020

Tutti i dati dello spoglio delle schede elettorali per liste e singoli candidati alla Regione Puglia

Cerca

Settembre 2020

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30

Ottobre 2020

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
0 Adulti
0 Bambini
Animali

Compare listings

Confronta