Il museo civico mattinatese diventerà un ”Centro di cultura contemporanea”

La gestione sarà affidata all’associazione MAD (Music Art Doing)

Il museo civico mattinatese diventerà un “Centro di cultura contemporanea”. Lo ha deciso la giunta comunale che ha accettato la proposta presentata dall’associazione MAD (Music Art Doing). I locali del museo civico – piano terra e locali sottostanti – saranno dati all’associazione in comodato gratuito, a seguito della stipula di apposita convenzione tra le parti.

Nella delibera si evidenzia che sarà garantito “uno spazio fisico capace di offrire alla popolazione un luogo di aggregazione per svolgere attività culturali, sociali e civiche, attirare turisti e visitatori con lo scopo più nobile di promuovere il territorio, in un ottica più ampia e variegata rispetto a quella del museo tradizionale”. Sarà conservata “la destinazione attuale del piano terra della struttura museale che dovrà garantire lo svolgimento delle sedute del consiglio comunale, con servizi aggiuntivi di sala auditorium e centro didattico e la “destinazione dello piano rialzato come spazio per esposizioni di vario tipo (personali, esposizioni quadri, ecc.)”.

Nei mesi scorsi diversi furti e atti di danneggiamento hanno interessato il museo mattinatese. Il bottino sarebbe stato molto più ingente se il furto avesse interessato anche il materiale archeologico esposto da diversi anni nelle sale museali. Ma nel 2013 la Soprintendenza, con la responsabile d’area Giovanna Pacilio, ha ritenuto doveroso trasferire presso la propria sede tutti i pezzi archeologici, con la motivazione ufficiale di sottoporli ad una accurata opera di ripulitura.

Il museo fu aperto al pubblico nel 1990. Nel 2003 Comune di Mattinata e Parco nazionale del Gargano convenirono sulla necessità di procedere all’ammodernamento della struttura: l’allora presidente del Parco Giandiego Gatta finanziò l’opera e da parte del Comune l’incarico per la progettazione fu dato all’architetto bolognese Vittorio Camerini, che aveva all’attivo l’allestimento di diversi musei italiani. I lavori furono ultimati e nel  museo civico rinnovato facevano bella mostra nei molteplici spazi allestiti e nelle moderne teche espositive i reperti archeologici del territorio mattinatese. Dopo l’asporto dei beni archeologici erano rimasti nella struttura, chiusa al pubblico da oltre due anni, soltanto i tre enormi massi con le orme di dinosauro e i due plastici in legno dell’abbazia di Monte Sacro, che il Comune ha ricevuto nel 2013 dal Museo di Norimberga. Con l’affido della struttura all’associazione MAD inizia adesso un nuovo capitolo.

  • Francesco Bisceglia
    La Gazzetta del Mezzogiorno

Potrebbe interessarti

Estate con il covid

Estate 2021: in arrivo la zona blu? Le regole in spiaggia per un’estate in sicurezza

  • 19 Aprile 2021

Alcune regole potrebbero essere introdotte per gli stabilimenti balneari in prossimità dell'estate

Vacanze

Bonus vacanze 2021: validità e regole

  • 19 Aprile 2021

Coloro che hanno già chiesto l'incentivo potranno utilizzarlo fino al 31 dicembre

don Francesco La Torre

Il parroco emerito don Francesco La Torre compie 80 anni

  • 18 Aprile 2021

Con stile sacerdotale al servizio di Mattinata quale maestro di dottrina e testimone del Vangelo

Cerca

Aprile 2021

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30

Maggio 2021

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
0 Adulti
0 Bambini
Animali

Compare listings

Confronta