Il grido di Granatiero per i roghi del Gargano

Dalla poesia nel dialetto di Mattinata l’invito del poeta a non arrendersi

Il Sud, un’orrenda pira, un altare del Maligno, alimentato in modo sistematico. Sembra routine ed è un crimine che offende ciò che abbiamo di più sacro.
Uno scempio continuo a cui non ci si deve arrendere e tantomeno abituare. L’incendiario, il prezzolato barbaro autoctono, colpisce la madre terra e il padre ulivo, il nostro cuore mediterraneo.

La fortunata e fortunosa natura garganica è un patrimonio prezioso continuamente oltraggiato.
I pini d’Aleppo delle sue coste e la maestosa flora dell’interno cedono ad un paesaggio spettrale. La sacralità del bello e del grande, che ha da sempre posto questa terra a un passo da Dio, sembra d’un colpo precipitare in una dolina di cenere, in cui si dissolve anche la fauna e oggi perfino la vita delle persone, immolate a un dio minuscolo e vigliacco chiamato profitto.

Quallu ngènete?

Aulive stùppele d’argÌnde, jàruele
jÌrte a vvÌnde favugne mbòrme fùffele
e jàcure zappine e ccurle jarse
ñ scesciarche, figghie ch’appìccene mamme! ñ,
qualla chèpa vacande, quallu cÛre
chjine de vÌnde, qualla mèna spòrche
a u trajòune dè lènde e a lli trijune
de fume ñ sand’Alèije, nzònne nÌnde
li nnùvele scazecavazze strutte
da segnurèije ñ, quallu uèrme, qualli
vÌrme fanne scì mbère li designe
lu Malevèrme, quall’angusce, qualli
pruggètte cremenèle de vetture
fanne tavute ñ Ûi frète che da l’èstre
vÌne a ttruuè la sèsse e vve ne scète
lu munne v˙stre, Pèschece e i rec˙rde,
dajindre a ndrubbechè, fatte cravune ñ,
qualli sfascÌdde ñ sì, stÌdde fuquèle! ñ
de chèse fanne e mmàchene fanÛje,
de cammesande f˙rchie ndussecuse,
de v˙sche e vvèstie furne e cchianghe amÎre,
quau sanghe mbètte mbÌtte, quallu ngènete,
ñ sckaunèsche opure cchiù nn˙stre, d’abbrèje! ñ
mÛ serpejèisce e cce fè turche a tturche,
ng˙rpe a cchinèi, scesciarche, figghie a mmamme
tèrra de sòule, a ulive patre n˙stre
de c˙rpe e àneme, mÛ fucuscèisce
fine a i rràteche, a u cÛre d’i zappine…

Quale larva?

Ulivi batuffoli d’argento, alberi
erti a vento di favonio come fuscelli
e aghi di pino e strobili riarsi,
ñ pigne secche, figlie che incendiano mamme! ñ
quale testa vuota, quale cuore
pieno di vento, quale mano sporca
al drago dà libertà e ai torrioni
di fumo ñ sant’Elia non sono niente
le nuvole di cavallette distrutte
da vossignoria ñ, quale verme, quali
vermi fanno realizzare i disegni
del Maligno, quale odio, quali
progetti criminali di autovetture
fanno bare ñ fratello che dall’estero
vieni a trovare tua sorella e ve ne andate
il mondo vostro, Peschici e i ricordi,
dentro a seppellire, fatti carbone ñ,
quali scintille ñ sì, stelle focaie! ñ
di case fanno e macchine falò,
di cimiteri cunicoli tossici,
di boschi e bestie forni e altari amari,
quale sangue infetto in petto, quale larva
ñ slava o anche più nostra, di ebreo! ñ
ora serpeggia e ci fa turco a turco,
in corpo a chi, pigna secca, figlia a madre
terra di sole, a ulivo padre nostro
di corpo e anima, ora arroventa
fino alle radiche, al cuore dei pini…

Poesia in dialetto di Mattinata; scesciarche, dial. di Peschici, ìpigna seccaî [serbo-croato scisciarca ëpigna’]; figghie ch’appìccene mamme, riferimento all’indovinello peschiciano della pigna; sand’Alèije, dial. e patrono di Peschici; scazecavazze, dial. pesch., ìcavalletteî [serbo-cr. skàkavats ëcavalletta’]; segnurèije, pronuncia peschiciana; sèsse, dial. pesch. ìsorella maggioreî [serbo-cr. sestra ësorella’]; chianghe amÎre, dial. e toponimo viestano, a ricordo di un eccidio turco; abbrèje, ìtraditoreî; turche a tturche, ìestraneo l’uno verso l’altroî.

Francesco Granatiero

Potrebbe interessarti

Certificazione verde Covid-19

Spostamenti fra regioni: come funziona la certificazione verde Covid-19

  • 3 Maggio 2021

La Certificazione verde ha valore sul territorio nazionale, fino all’entrata in vigore del Digital green certificate, che sarà utile per gli spostamenti...

Riqualificata l'area urbana adiacente all'ex "macello comunale"

Riqualificata l’area urbana adiacente all’ex “macello comunale”

  • 2 Maggio 2021

L'invito rivolto dall'Amministrazione Comunale è quello di preservare questi luoghi dove ognuno deve fare la propria parte contribuendo alla cura e alla...

La dott.ssa Nunzia Pia Placentino (la seconda da sinistra), insieme ad altri 4 vertici di società scientifiche, a Palazzo Giustiniani dalla Presidente del Senato Casellati

La dott.ssa Nunzia Pia Placentino, medico di famiglia a Mattinata, insieme ad altri 4 vertici di società scientifiche, ricevuti dal Presidente del Senato Casellati

  • 28 Aprile 2021

L'obbiettivo dell'incontro è stato quello di promuovere un numero verde di utilità sociale e far presente le svariate problematiche che affrontano le...

Cerca

Maggio 2021

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31

Giugno 2021

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
0 Adulti
0 Bambini
Animali

Compare listings

Confronta