“Gargano Competitivo e soft-economy”

Al Museo una conferenza apre la “Festa dell’Olio Nuovo”

E’ partita ufficialmente ieri a Mattinata la prima edizione della Festa dell’Olio Nuovo, che si concluderà domenica 26 novembre; una vera e propria festa dell’extra vergine del Gargano organizzata dal Consorzio Matinum con il patrocinio della Regione Puglia, della Provincia di Foggia, della Comunità Montana del Gargano e della Camera di commercio di Foggia.
Le aziende agricole ed i frantoi di Mattinata aprono le porte per dare vita ad un ricco calendario di appuntamenti, da mostre e rappresentazioni, incontri gastronomici, laboratori e percorsi legati alla cultura dell’olio, spettacoli e musica, fino a incontri e dibattiti.

Ed è proprio con una conferenza che si è aperta questa prima edizione. Ieri pomeriggio al Museo civico cittadino si è infatti parlato di sviluppo delle risorse: Gargano competitivo. Tradizioni e sviluppo al tempo della Soft Economy il titolo scelto dal Consorzio. Un dibattito pubblico che ha visto sedere al tavolo degli oratori Francesco Paolo Prencipe, presidente del Consorzio Matinum, il sindaco di Mattinata Angelo Iannotta, il vice presidente nazionale dell’associazione Città dell’olio Nicola Maria Trombetta, il presidente della Coldiretti Puglia Pietro Salcuni e infine Franco Salcuni, responsabile Legambiente del Gargano. Doveva esserci anche l’Assessore provinciale alle Risorse territoriali Antonio Angelillis, che però ha dovuto rinunciare per impegni sopraggiunti.

Il dibattito si è aperto con l’intervento del presidente del Consorzio Matinum, che annovera sino ad oggi circa 100 aziende, il quale ha voluto salutare gli ospiti intervenuti e tutte le istituzioni che hanno concesso il proprio patrocinio per la realizzazione della Festa dell’Olio.
Non bisogna lasciare nulla al caso” osserva Prencipe, “si può essere più forti e competitivi solo operando insieme, all’insegna di uno sviluppo sostenibile che conservi e valorizzi il patrimonio naturale grazie alla Soft Economy e a nuovi strumenti quali le masserie didattiche, l’albergo diffuso, la valorizzazione della qualità e tipicità, senza però mai sottovalutare i diritti dei cittadini e dell’ambiente“.

Il microfono è quindi passato al Sindaco di Mattinata, Angelo Iannotta, che ha voluto sottolineare l’importanza strategica del Consorzio per lo sviluppo del territorio e la riuscita della Festa dell’Olio Nuovo, rimarcando l’impegno e il maggior sforzo organizzativo in un periodo in cui il paese non pullula certo di turisti. “Siamo sulla strada giusta” ha sottolineato con fermezza il sindaco, “bisogna valorizzare il territorio anche per riscoprire le radici della nostra storia perchè non c’è futuro senza memoria. La Soft Economy è l’unica via che può portare a risultati duraturi, per prendere un treno perso diverse volte in passato“. Il sindaco ha concluso il proprio intervento ribadendo la convinzione dell’importanza della salvaguardia del territorio e del recupero della nostra cultura e tradizione.

Il dibattito è proseguito con gli interventi di Trombetta e di Pietro Salcuni, entrambi concordi sull’importanza del territorio e delle sue risorse, tra le quali troneggia l’olio, il quale, secondo i due ospiti, deve avere un’etichettatura che consenta di stabilire, così come accade per il vino e altri prodotti, la località in cui è stato prodotto, le caratteristiche organolettiche e tutte quelle informazioni necessarie perchè non passi inosservato sulle tavole dei consumatori.
Compito degli amministratori” evidenzia Pietro Salcuni “è quello di difendere il paesaggio olivicolo rispettando l’ambiente, senza piani regolatori scellerati e colate di cemento che possano compromettere lo stesso. Compito degli imprenditori è invece quello di valorizzare l’olio in quanto prodotto“.

La serata si è conclusa con l’intervento di Franco Salcuni, il quale ha esordito con una sferzata, dicendo di non voler parlare del territorio di Mattinata per “dovere di ospitalità“.
Il mondo sta cambiando” osserva il rappresentante garganico di Legambiente. “Dopo anni di egemonia economica l’Occidente si trova a dover fare i conti con la prepotente avanzata della Cina e dell’India che progrediscono in maniera prodigiosa. Ecco allora la Soft Economy, l’economia della Conoscenza, del Sapere, dell’Informazione“. Poi aggiunge che “tutte queste belle parole si traducono, a livello locale, in scelte concrete verso il rafforzamento di sistemi di istruzione e formazione. Bisogna investire di più nella Conoscenza, nella comunicazione” insiste.

Salcuni è fermamente convinto che bisogna investire meno nel mattone, evitando così di realizzare, il più delle volte, cattedrali nel deserto che non rispettano affatto il più volte citato ambiente e che si rivelano investimenti molto spesso costosi e improduttivi. In pratica vere e proprie speculazioni immobiliari. “Bisogna inoltre cambiare quel tipo di mentalità secondo la quale gli investimenti vanno realizzati solo quando di mezzo ci sono finanziamenti pubblici a fondo perduto. Gli alberghi ci sono, bisogna solo riempirli. Basta con le speculazioni immobiliari che deturpano il territorio senza offrire quasi mai nulla in cambio“.

Salcuni ha poi concluso il suo intervento con un cenno alla Festa dell’Olio che va in scena in questi giorni a Mattinata. “E’ un’iniziativa utile per destagionalizzare il turismo. Il territorio ha bisogno di questo tipo di iniziative per rilanciarsi. Sperando che rimanga qualcosa del territorio“.

  • Leonardo Lapomarda

Potrebbe interessarti

La spiaggia di Mattinata

Spiagge, il calendario delle riaperture e le regole da rispettare in spiaggia

  • 7 Maggio 2021

In base alle nuove linee guida regionali le regole da seguire per quanto riguarda  le spiagge (sia quelle in concessione, sia quelle...

La spiaggia di Mattinata

Ordinanza Balneare 2021, altri 300 mila euro per i progetti dei Comuni su accessibilità delle spiagge libere ai disabili: istanze da presentare entro il 28 maggio

  • 7 Maggio 2021

Per questa nuova tornata, sarà data precedenza ai Comuni che non hanno ricevuto finanziamenti nelle precedenti edizioni e a quelli che hanno...

Certificazione verde Covid-19

Spostamenti fra regioni: come funziona la certificazione verde Covid-19

  • 3 Maggio 2021

La Certificazione verde ha valore sul territorio nazionale, fino all’entrata in vigore del Digital green certificate, che sarà utile per gli spostamenti...

Cerca

Maggio 2021

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31

Giugno 2021

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
0 Adulti
0 Bambini
Animali

Compare listings

Confronta