Castriotta-Matinum: derby ad andamento lento…

I sipontini si aggiudicano la gara, corretta ma non esaltante

R. CASTRIOTTA MANFR.†††3
U.S. MATINUM†††††††††††††††††††1

Gran bella cornice di pubblico allo Stadio Miramare di Manfredonia per l’attesissima sfida tra il G.S. R.Castriotta Manfredonia e l’U.S. Matinum. Una gara che si preannunciava spettacolare ma che in parte ha deluso le aspettative del pubblico accorso.

A guardare il risultato finale infatti si potrebbe pensare ad una partita densa di spettacolo, ma quella di ieri sera al Miramare è stata tutt’altro. Poco il gioco espresso da entrambe le squadre, basato soprattutto su lanci lunghi dalla difesa a scavalcare il centrocampo, condizionate forse dal solito e inutile nervosismo che si scatena ogni anno alla vigilia del derby garganico.
Differente la posta in palio per le due squadre: la Castriotta doveva vincere per continuare a inseguire le sfere alte della classifica, mentre all’U.S. Matinum questa gara serviva per allontanarsi definitivamente dalla prospettiva play-out e continuare a disputare un campionato relativamente più tranquillo. Ma si sa, il derby è sempre una partita particolare che prescinde da ogni aspetto.

E’ finita con la vittoria dei sipontini per 3 a 1, grazie alla doppietta di Gravinese (secondo gol su rigore) e al gol dell’ex rossonero Sciarra, bravi e fortunati nell’invertire la rotta di una gara che aveva visto gli ospiti passare in vantaggio con l’esterno destro Rinaldi.

Il primo tempo ha visto un leggero predominio territoriale della squadra di casa che ha colpito un palo al 4′ con Ciociola abile a calciare in porta un cross dell’attivissimo terzino destro sipontino Marmo, uno dei migliori in campo insieme al collega di reparto Belluna. Sembrava l’avvio di una gara scoppiettante ma cosi non è stato e le uniche chiare occasioni da rete sono venute da un colpo di testa di Gravinese all’ottavo, sempre su cross di Marmo, abile a superare ancora una volta l’incerto Mondelli, e con un tiro da fuori di Di Carlo (l’altro mattinatese nelle fila sipontine) ben parato dal portiere rossonero Vitulano.

Il goal del vantaggio mattinatese è nato al 38′ da un violento tiro da fuori di Antonio Gentile che Ciuffreda non è riuscito a trattenere, permettendo così all’avventato Rinaldi di depositare la palla in rete da pochi passi. Il pareggio è siglato in extremis con un bella zuccata di Gravinese (il più pericoloso dei suoi) abile a deviare una punizione calciata dall’esperto D’Arienzo all’ultimo secondo a disposizione, tanto che l’arbitro non ha neppure messo la palla al centro decretando la fine del primo tempo.

Sulla falsariga dei primi 45 minuti anche nel secondo tempo la noia l’ha fatta da padrona, fino al 23′ quando Gravinese, lanciato splendidamente a rete è stato atterrato da un’uscita kamikaze di Vitulano, sin qui autore di una prova discreta. Rigore nettissimo trasformato dal solito Gravinese.

Il secondo goal dei sipontini ha però spezzato le gambe all’U.S. Matinum, incapaci di reagire con prontezza e determinazione, sancendo praticamente la fine della gara dell’undici di Zerulo, che addirittura al 28′, dopo soli cinque minuti dalla seconda segnatura, sono costretti a capitolare: il talento mattinatese Sciarra, fino ad allora abbastanza in ombra, è abile a sfruttare un bel passaggio filtrante di Castriotta e a depositare in rete, aiutato da una decisiva deviazione di Falcone.
L’ultimo quarto d’ora è scivolato via senza sussulti degni di nota, a parte le solite sostituzioni apportate dai due tecnici.

La partita si è così conclusa con la gioia di calciatori, dirigenti e tifosi sipontini che possono cosi continuare a sognare quanto meno i play-off. Mister Di Mauro può ritenersi soddisfatto del carattere mostrato dai suoi: l’aver rimontato una situazione di svantaggio e fatto propria una gara non certo facile in partenza (sicuramente temuta dall’esperto allenatore mattinatese) regalerà più convinzione all’undici sipontino, che domenica prossima è chiamato ad una gara importantissima con la capolista Candela, che insieme al Vieste guida la momentanea classifica a quota 31 punti.

Per quanto riguarda l’U.S. Matinum non ci è parsa convincente la scelta di Zerulo di schierare come punta centrale il mobile ma esile Colaianni, ostaggio della difesa locale per tutta la gara e sicuramente più adatto a giostrare da seconda punta di movimento, tenendo il più robusto La Torre in una posizione abbastanza anomala a ridosso dell’attacco, posizione che non gli ha in effetti mai permesso di entrare realmente in partita.
Dopo l’ennesima sconfitta lontano dalle mura amiche si torna a Mattinata con la consapevolezza di dover continuare a lottare per raggiungere al più presto la tanto sospirata salvezza, sicuramente alla portata dei rossoneri, che nonostante alcune scelte tattiche discutibili non sono parsi così inferiori all’avversario, al contrario di quello che mostra la classifica.

Domenica prossima all’Agnuli arriva l’Ascoli Satriano, forte di una sonante vittoria, dal punteggio pallavolistico (10-1) ai danni del malcapitato Terlizzi, ormai a picco verso il fondo della classifica. Sarà una gara tonica che i ragazzi di mister Zerulo dovranno saper far propria sin dalle prime battute, sfruttando magari la condizione fisica che in questo momento sembra buona, anche grazie a qualche re-innesto finora relegato a scaldar (troppo) la panchina.

GS. R.CASTRIOTTA: Ciuffreda, Marmo, D’Arienzo, Loiacono, Belluna, Cassa, Sciarra, Castriotta Matteo, Ciociola, Gravinese Elia, Di Carlo. Allenatore: Di Mauro.

U.S. MATINUM: Vitulano, Latino, Mondelli M, Falcone, Ciavarella, Castriotta F, Rinaldi, Gentile, Colaianni, La Torre, Fischetti. Allenatore: Zerulo

ARBITRO: Acquafreddda di Molfetta.

RETI: 38’pt Rinaldi (MAT); 46’pt e 23’st Gravinese Elia (CASTR), 28’st Sciarra (CASTR).

——————————————————

LE PAGELLE

CASTRIOTTA MANFREDONIA

Ciuffreda, voto 6,5: Presente nei pochi momenti decisivi
Marmo, voto 7: Bravo sia in fase difensiva che in fase di appoggio alla manovra.
D’Arienzo, voto 6: Uomo d’esperienza il capitano. Dal suo piede nasce il pari.
Loiacono, voto 6: Anonimo nel primo tempo. Meglio la ripresa.
Belluna, voto 7: Elegante ed efficace. Il migliore della difesa.
Cassa, voto 6: Perde di vista Rinaldi in occasione del vantaggio degli ospiti. Per il resto senza infamia e senza lode.
Sciarra, voto 6: Chiude la partita segnando il terzo goal.
Castriotta Matteo, voto 6: Con l’assist del terzo gol riscatta una prova abbastanza opaca.
Ciociola, voto 5,5: Colpisce il palo dopo 4 minuti, poi scompare. Lotta come al solito ma il vero Ciociola è un altro.
Gravinese Elia, voto 7,5: Fondamentale per la vittoria finale. Segna una doppietta procurandosi il rigore. Sempre pericoloso.
Di Carlo, voto 6: Non è al meglio fisicamente e si vede.

Vincenzo Di Mauro (allenatore), voto 6: La sua squadra vince ma non convince. Gioca con due ali che ali non sono.

U.S MATINUM

Vitulano, voto 5,5: il voto sarebbe molto più alto se non commettesse il fallo da rigore sull’uno a uno.
Latino, voto 6: potenzialmente forte. Esce spesso palla al piede dalla difesa. Commette qualche errore dovuto all’inesperienza.
Mondelli, voto 4,5: dal suo settore nascono le occasioni più ghiotte. Perde Sciarpa in occasione del terzo goal. Mai efficace in fase di spinta.
Falcone, voto 6: ottimo primo tempo, cala nella ripresa.
Ciavarella, voto 6: anche lui cala nella ripresa, quando serviva man forte.
Castriotta, voto 5,5: cala molto alla distanza. L’età si sente.
Rinaldi, voto 5,5: solo il goal dell’illusione.
Gentile, voto 6: ha buoni numeri ma spesso la troppa ìirruenzaì ne condiziona anche il rendimento.
Colaianni, voto 5: si muove molto ma non conclude nulla. Fuori ruolo.
La Torre, voto 5: evanescente.
Fischetti, voto 5: prestazione anonima nonostante le sue doti e la voglia di mettersi in mostra dopo tanta ingiustificata panchina.

Zerulo (allenatore), voto 5: non convince affatto la scelta di Colaianni punta centrale e La Torre a ridosso.

Arbitro (Acquafreddda di Molfetta), voto 6: arbitraggio sufficiente.

——————————————————

I RISULTATI


I risultati della 14™ giornata

Torremaggiore – Candela 2-0
Raffaele Castriotta – Matinum 3-1
Nuova Daunia – Bovino 2-2
Margherita – Real Barletta 2-1
A. Barletta – Atletico Foggia 3-2
A. Vieste – Viestese 5-1
Atletico Modugno – Arpifoggia 0-0
Ascoli Satriano – Azzurra Terlizzi 10-1

La Classifica

Candela 31
A. Vieste 31
R.Castriotta 28
Bovino 27
Torremaggiore 26
Atl. Modugno 22
Arpifoggia 21
Ascoli Satriano 21
Real Barletta 19
Margherita 18
Atletico Foggia 17
Matinum 17
A. Barletta 17
Viestese 11
Azzurra Terlizzi 5
Nuova Daunia 3

La prossima giornata (15™) del 10/12/2006

Candela – Raffaele Castriotta
Viestese – Margherita
Real Barletta – Nuova Daunia
Matinum – Ascoli Satriano
Azzurra Terlizzi – Atletico Modugno
Atletico Foggia – A. Vieste
Bovino – Torremaggiore
Arpifoggia – A. Barletta

  • Leonardo Lapomarda

Potrebbe interessarti

Lavori strade litoranea

Iniziati i lavori di manutenzione straordinaria su alcune strade litoranee del Gargano

  • 29 Settembre 2020

Gli interventi stanno interessando anche la S.P. N. 53 Mattinata-Vieste

Hotel

Turismo e cultura, al via le domande di finanziamento a fondo perduto

  • 25 Settembre 2020

La misura è rivolta alle micro, piccole e medie imprese del settore alberghiero e del settore culturale e creativo

Vento forte

Meteo, in arrivo tempeste di vento con forti raffiche, burrasca e temporali

  • 25 Settembre 2020

La protezione civile regionale ha emesso un'allerta meteo di livello "arancione" a partire dalle 14:00 di oggi e per le successive 24-30...

Cerca

Settembre 2020

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30

Ottobre 2020

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
0 Adulti
0 Bambini
Animali

Compare listings

Confronta