Aprire un casinò nel centro garganico? C’è in ballo anche la baia di Mattinata

Vantaggi in termini di destagionalizzazione turistica

Aprire un casinò nel centro garganico?
Questo l’argomento pubblico di discussione ieri. Operatori turistici e commerciali, amministratori comunali e comuni cittadini hanno accolto postivamente la proposta avanzata dal presidente del Senato Renato Schifani, durante la Conferenza nazionale degli assessori alla Cultura e al Turismo in corso a Torino, di realizzare nuovi casinò, a cominicare dal centro e dal sud Italia. L’idea della seconda carica dello Stato è piaciuta al sottosegretario al turismo Michela Brambilla, per la quale potrebbe essere importante cominciare dai nostri hotel a cinque stelle. 

IN BALLO MATTINATA
Ecco perché entra in ballo Mattinata. La località è l’unica del Gargano, anzi della Capitanata e del Barese ad avere una struttura rispondente appieno – grazie alle cinque stelle lusso – all’identikit pensato dalla Brambilla. Per trovare gli standard alberghieri mattinatesi infatti bisogna scendere nel tacco d’Italia, nelle località del tarantino e del brindisino. A picco sul mare, inserita in una delle più belle baie d’Italia e nel cuore del parco biogenetico di Monte Barone, il Baia dei faraglioni beach resort accoglie un turismo di elite. Non si contano i personaggi, noti e meno noti, che dall’Italia e oramai da tutti i paesi europei, compresa la Russia, alloggiano nelle stanze e nelle suite i cui prezzi di listino vanno dalle settecento euro a notte agli oltre mille euro e si godono la spiaggia di ciottoli della Baia dei Mergoli, e gli imponenti Faraglioni, icona della Puglia nel mondo.

ICONA FARAGLIONI
Dicevamo delle reazioni a Mattinata. Si va da quelle entusiastiche di Angelo Totaro, presidente della Confcommercio mattinatese che sottolinea l’occasione d’oro per l’intero Gargano: certo dovremo ancor di più riqualificare i servizi turistici. Gli fa eco Peppino Piemontese, che in paese gestisce l’hotel “Alba del Gargano”: vedo solo aspetti positivi, anche perché comunque come succede nelle altre località che oggi già ospitano i casinò, i residenti non potranno accedervi e quindi non ci sarà una corsa dei garganici ai tavoli da gioco.

REAZIONI & COMMENTI
Alla stessa maniera la pensa Franco Gentile, presidente dell’associazione che mette insieme i titolari degli stabilimenti balneari: lui però mette in guardia anche dai contraccolpi in termini di sicurezza. Certo che ci sarebbero vantaggi in termini di destagionalizzazione turistica ma allora bisogna anche rafforzare la prevenzione ed il controllo, perché si sa che le case da gioco possono attirare anche persone che vivono al di fuori o ai margini della legalità. “Magari!”, sbotta secco Michele Armiento, gelataio del “Serafino”. Invece Pietro Rinaldi, avvocato, sottolinea, accanto all’indubbio e positivo apporto economico i tanti aspetti ne gativi e non certo per moralismo: lo Stato ha già legalizzato le macchinette, ora ci mancava anche la copertura del territorio con i casinò che portano dietro le conseguenze che tutti sappiamo.

RILANCIO
Positive seppure caute le valutazioni dei politici locali, dal sindaco Angelo Iannotta all’assessore alla cultura Raffaele Latino al capogruppo del P.D. Francesco Prencipe. Quest’ultimo sottolinea che certo, la struttura si presta ma bisogna capire bene la portata e le finalità della proposta, mentre l’assessore ricorda come, con i lavori in corso attualmente, i posti letto del “Faraglioni”, della “Baia delle Zagare” e della struttura in costruzione arriveranno al migliaio e quindi già questa notevole utenza di livello medio alto potrebbe usufruire del casinò con indubbi vantaggi in termini di posti di lavoro.

La sintesi sarebbe quella di poter disporre di un paio di casinò – sempre che ne arrivasse il via libera – nell’arco di una quarntina di chilometri e sulla stessa fascia garganica: uno a Vieste e l’altro a Mattinata, idea di difficile concretizzazione, ma nel frattempo sognare e dibattere sui coefficienti di fattibilità non nuoce all’idea di un rilancio complessivo dell’immagine del Gargano su scala nazionale e internazionale. Significherebbe rafforzare l’idea di una offerta a trecentosessantagradi e accrescere il target.

  • Francesco Bisceglia (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Potrebbe interessarti

Buongiorno Regione Puglia

Tgr Rai Puglia, i video delle puntate su Mattinata

  • 15 Maggio 2021

Le telecamere del programma di Rai 3, condotto dal giornalista Sergio De Nicola, hanno costruito un percorso tra le necropoli dell'antica Daunia,...

Borgo Bambino, inaugurato a Manfredonia l’Orto dell’inclusione

Borgo Bambino, inaugurato a Manfredonia l’Orto dell’inclusione

  • 14 Maggio 2021

Pazienti psichiatrici e piccoli studenti trasformano un giardino abbandonato in orto didattico

Libri

Fornitura gratuita o semigratuita dei libri di testo e/o sussidi didattici per l’anno scolastico 2020/2021

  • 13 Maggio 2021

Destinatari sono gli studenti che nell'anno scolastico 2020/2021 frequenteranno le scuole secondarie di 1° e 2° grado, statali e paritarie

Cerca

Maggio 2021

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31

Giugno 2021

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
0 Adulti
0 Bambini
Animali

Compare listings

Confronta